Applicazioni : Stampaggio

Stampaggio a freddo o a caldo con pressa meccanica


Lo stampaggio meccanico è un processo di formatura che richiede macchine come una pressa meccanica e un'attrezzatura adeguata. Il principio si basa sulla deformazione plastica del materiale (solitamente un metallo), una deformazione che consiste in un allungamento o contrazione della lamiera per ottenere la forma desiderata.

Si distingue tra lo stampaggio a freddo, che viene eseguita a temperatura ambiente, e lo stampaggio a caldo, che viene eseguita con un pezzo riscaldato a circa 800°C per l'acciaio dolce.

Lo stampaggio a freddo è il metodo operativo più comune per grandi o grandissime quantità di pezzi che richiedono semplicemente una potente azione unilaterale. In effetti, il prezzo di costo dell'operazione eseguita è estremamente basso considerando il grandissimo numero di pezzi prodotti abbinato ad un tempo di produzione molto breve. L'implementazione di questo tipo di utensili è abbastanza veloce e consente la produzione di pezzi non appena gli utensili vengono installati e regolati sulla tavola della pressa.

Lo stampaggio a freddo può essere effettuato con una pressa pneumatica (fino a 6 tonnellate), o con presse idropneumatiche (fino a 30 tonnellate), ma per la produzione di grandi quantità sono più adatte le presse meccaniche. La loro notevole potenza e velocità di esecuzione consentono di ottenere una produttività molto più elevata rispetto alle presse pneumatiche e idropneumatiche.

Le presse meccaniche EMG possono essere equipaggiate, su richiesta del cliente e secondo le specifiche, con eventuali adattamenti speciali necessari per ottimizzare la produzione :

Alcuni esempi di possibili adattamenti su presse EMG :

• Un sistema di espulsione inferiore (pneumatico o meccanico) per liberare il pezzo o gli scarti appena prodotti.
• Un sistema di lubrificazione di produzione ad ogni corsa della pressa.
• Un sistema di soffiaggio nell'utensile.
• Un sistema di trasporto del materiale prima e dopo il taglio.
• Un sistema per il taglio dei tagli all'uscita dell'utensile.
• Un sistema di vaglio automatico che protegge fisicamente l'operatore durante il processo di digitazione.
• Un controllo di evacuazione delle parti prodotte o degli scarti prodotti.
• Protezioni appositamente progettate per la geometria dei pezzi prodotti.
• Protezioni intelligenti che garantiscono la sicurezza degli operatori e automatizzano la partenza della stampa.
• La possibilità di variare la velocità del cursore durante il processo di percussione.
• L'adattamento di un PLC che sarà in grado di gestire la pressa in base al suo ambiente in una linea di produzione complessa.